Accademia Romana di Ragioneria

La Fondazione ha come scopo, nel rispetto delle norme di legge vigenti, di coordinare la ricerca, lo studio, l'approfondimento e la diffusione della cultura della materia giuridica - economica - contabile e, in particolare, della Ragioneria. In questa prospettiva la Fondazione si propone di:

  • celebrare e divulgare la centenaria storia, la cultura e la scienza dell'Economia Aziendale e, in particolare, della Ragioneria applicata e materie connesse;
  • studiare, approfondire, pubblicare e diffondere in ogni sede e con ogni mezzo la scienza, la cultura e la tecnica dell'Economia Aziendale, sia pratica che applicata;
  • studiare, approfondire, pubblicare e diffondere le varie materie connesse all'Economia Aziendale quali, a mero titolo esemplificativo: il diritto societario, i principi contabili nazionali e internazionali, il diritto tributario, ed, in genere, tutte le materie proprie della professione giuridica - economica contabile;
  • organizzare convegni, corsi, seminari, dibattiti, conferenze, giornate di studio, promuovere riunioni sia a livello nazionale che internazionale;
  • collaborare in sede locale, nazionale ed internazionale, con le Istituzioni Pubbliche e Private, con le Università, con gli Ordini professionali e tutti gli studiosi della materia oggetto dello scopo della Fondazione;
  • contribuire e stimolare il processo legislativo italiano e comunitario nella prospettiva di suggerire al legislatore eventuali modifiche alla legislazione esistente con l'intento di migliorarla e renderla più facilmente applicabile ai casi concreti;
  • sostenere e sviluppare iniziative volte all'accrescimento della cultura professionale e, in via mediata, all'immagine della professione economica - contabile;
  • collaborare con il mondo universitario, con istituzioni scientifiche e culturali, nonché con altri soggetti pubblici o privati che operano nel campo dell'informazione, della formazione e dell'aggiornamento, al fine di creare e sviluppare continue sinergie utili alle attività della Fondazione;
  • promuovere, istituire e mettere a concorso borse di studio e di ricerca e premi per l'Italia e per l'estero a favore di studiosi desiderosi di perfezionare la conoscenza delle materie;
  • istituire ed assegnare borse di studio a neo-laureati più meritevoli in ragione dei "curricula studiorum" nella materia dell'Economia Aziendale in particolare della Ragioneria;
  • effettuare ricerche e studi, sia su temi di più generale interesse per la professione, sia su singoli problemi o questioni prospettate dagli Ordini professionali dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, da singoli professionisti, da qualificati operatori economici, da studiosi;
  • realizzare studi e ricerche storiche, curare la conservazione di documenti, libri e raccolte sulla materia di cui allo scopo sociale;
  • pubblicare in tutto od in parte, i risultati dell'attività di ricerca o di singoli studi;
  • realizzare una rivista finalizzata alla diffusione ed alla raccolta dei articoli inerenti i temi dell'economia aziendale e le materie connesse. Strumentalmente la Fondazione farà ricorso alla formazione continua e alla relativa promozione nei diversi ambiti culturali professionali contemplati dalla propria attività. Per lo svolgimento delle attività suddette e quindi in via strumentale dirette alla realizzazione del proprio scopo, la Fondazione potrà:
  •  richiedere ed utilizzare contributi, finanziamenti, sponsorizzazioni, o altre erogazioni di ogni tipo e natura sia privati che pubblici;
  • concludere accordi e convenzioni, contratti per prestazioni di servizi, conferire incarichi, acquisire e cedere diritti relativi ad opere dell'ingegno, beni e diritti di qualsiasi natura;
  • acquisire partecipazioni in società ed altri organismi italiani od esteri, partecipare ad associazioni, consorzi ed altre organizzazioni;
  • curare tutte le iniziative volte a raccogliere fondi per la ricerca utili per il raggiungimento delle sue finalità. Per il miglior conseguimento dei propri scopi, la Fondazione potrà infine porre in essere tutte quelle iniziative e quegli atti, anche ad oggetto patrimoniale ad efficacia dispositiva, che risultino utili od opportuni.